Il gruppo selezionato

Il gruppo selezionato è composto da imprese sociali di piccola-media dimensione, con un fatturato tra i 500,000 € e i 2,200,000 € e un numero di impiegati tra i 20 e i 100.

  • Cooperativa Sociale Arcobaleno di Breno: centro socio-educativo, sistemazione assistita per persone con problemi socio-economici
  • Cooperativa Sociale Azzurra di Darfo Boario Terme: assistenza a casa e scolastica per disabili
  • Cooperativa Sociale Casa del Fanciullo di Darfo Boario Terme: servizi per minorenni, sistemazione assistita per persone con problemi socio-economici, centro per la gioventù, supporto educativo, servizi di intrattenimento estivo
  • Cooperativa Sociale Il Cardo di Edolo: sistemazione assistita per persone con problemi socio-economici, servizi ad anziani, minorenni, disabili
  • Cooperativa Sociale  Si può di Darfo Boario Terme: servizi integrativi per disordini mentali e centro raccolta dati su disordini mentali e gestione relazioni
  • Cooperativa Sociale CSC di Darfo Boario Terme: inserimento dati, consulenza informatica
  • Cooperativa Sociale Il Leggio di Ceto: eventi, gestione biblioteca, musei, pianificazione didattica e museale
  • Cooperativa Sociale Il Piccolo Sentiero di Lovere: gestione spazi verdi, pulizia, affissioni, gestione bar
  • Cooperativa Sociale Iris di Darfo Boario Terme: pulizia privata e industriale, catering, servizio portineria, lettura contatori gas e elettrici
  • Cooperativa Sociale ProSer Valcamonica di Darfo Boario Terme: pulizia privata e industriale, servizio lavanderia, agricoltura (piantumazione e alimentazione bestiame)
  • Cooperativa Sociale Soleco di Darfo Boario Terme: pulizia strade, raccolta differenziata e educazione ambientale
  • Cooperativa Sociale Il Sorriso di Ceto: gestione bar scolastici, pulizie, educazione giovani e persone svantaggiate
  • Pia Fondazione Valle Camonica from Malegno: assistance for disability people

I punti di forza che caratterizzano le cooperative sono principalmente:

  • gli impiegati hanno un interesse diretto nella vita della cooperativa, infatti più della metà degli impiegati sono soci lavoratori
  • le cooperative hanno una presenza femminile rilevante, sia nella compagine sociale che nel CdA (60%)
  • gli impiegati delle cooperative hanno una cultura medio-alta: oltre il 25% (43% nelle cooperative di tipo A) degli impiegati ha una laurea o un diploma di scuola superiore
  • la cooperativa, al fine di far parte del Consorzio Solco Camunia, deve sottoscrivere delle regole molto severe sulla correttezza delle condizioni lavorative verso i suoi impiegati

Tutto questo si traduce in un grande senso di appartenenza e in generale nella volontà di cambiamento, caratteristiche importanti al fine di proporre un nuovo modello di gestione.

Un elemento critico è la mancanza di diffusione di cultura manageriale. Le cooperative sono nate circa 30 anni fa, dal processo di associazione volontaria nella forma di impresa cooperativa e, in generale, la gestione è stata affidata a soci volontari che hanno impedito lo sviluppo di una struttura organizzativa stabile in grado di sopravvivere alla durata della durata media del mandato sociale che, in media, non superava i 6-9 anni. Oggi la consapevolezza di questo gap mette le cooperative in uno stato di buona disposizione verso le nuove proposte per la gestione delle loro attività.

Questo è un elemento fondamentale per la riuscita del progetto Act Social.

IRIS

cooperative-partecipanti

Soleco

cooperative-partecipanti

CSC

cooperative-partecipanti

Si può

cooperative-partecipanti

Il Cardo

cooperative-partecipanti

Il piccolo sentiero

cooperative-partecipanti

Pro Ser Valcamonica

cooperative-partecipanti

Arcobaleno

cooperative-partecipanti

Casa del fanciullo

cooperative-partecipanti

Il Leggio

cooperative-partecipanti

Pia Fondazione Valle Camonica

cooperative-partecipanti

Cooperativa Azzurra

cooperative-partecipanti